TOward2030 – La vita sott’acqua

Goal 14 – La vita sott’acqua
MRFIJODOR

Oggi ti racconto del nuovo murale realizzato a Torino, nell’ambito de progetto TOward 2030 – What are you doing?, per promuovere l’obiettivo 14 dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Obiettivo 14: Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile

Fatti e cifre

Il 40% degli oceani del mondo è pesantemente influenzato dalle attività umane, il cui impatto comprende l’inquinamento, l’esaurimento delle riserve ittiche e la perdita di habitat naturali lungo le coste.

[https://www.unric.org/it/agenda-2030]
Goal 14 – La vita sott’acqua
MRFIJODOR

L’opera del progetto TOward 2030, che rappresenta l’obbiettivo 14 dell’ONU, è stata assegnata all’associazione Il Cerchio E Le Gocce ed è stata realizzata dall’artista Mrfijodor.

Originario di Imperia, città bagnata dal Mar Ligure, Mrfijodor è la persona ideale per parlare della vita sott’acqua e sceglie di usare la balena, il più grande e vulnerabile mammifero marino, per rappresentare la fragilità di questo ecosistema.

Circondata da sacchetti di plastica, che nuotano simili a meduse, la balena è stata realizzata come composizione di tutti rifiuti che invadono i nostri mari: una denuncia e un monito alla distrazione e alla cecità degli uomini.

Goal 14 – La vita sott’acqua
MRFIJODOR

Trovi questo murale in Corso Regina 140, vicino a Piazza della Repubblica.

Questa piazza è proprio quella che ospita quotidianamente il Mercato di Porta Palazzo, il più grande mercato all’aperto d’Europa, in cui sono venduti moltissimi tipi di prodotti: dagli alimentari, ai casalinghi, all’abbigliamento. Recentemente è stato aperto nell’ex Palafuksas, sempre a Porta Palazzo, il Mercato Centrale Torino con ben 28 postazioni food in buona parte legate alla tradizione e al territorio di Torino.

Tutto questo porta necessariamente a produrre ed accumulare molta spazzatura. Penso, quindi, che la scelta della posizione di questo murale non sia per nulla casuale.

Tu hai già visto l’opera di Mrfijodor?

Se ti interessa scoprire di più sul progetto TOward2030 – What are you doing? e sulle altre opere già realizzate, puoi cercare sul mio articolo TOward2030: streat art e sostenibilità.

17 risposte a "TOward2030 – La vita sott’acqua"

  1. nonnAnna 5 maggio 2019 / 12:43

    Bellissimo murale che deve fare riflettere!
    Con tanti piccoli gesti possiamo dare una mano all’ecologia e lasciare un mondo migliore ai nostri figli/nipoti

    Piace a 1 persona

    • Barbara 5 maggio 2019 / 19:19

      Hai ragione. L’idea di rappresentare il “problema” dei nostri mari “nella balena” rende il messaggio chiarissimo e spero che altri, come abbiamo fatto noi, si fermeranno a riflettere 🙂

      Mi piace

  2. antomaio65 7 maggio 2019 / 9:05

    Che bella iniziativa! Perfetto posizionare questa opera al mercato dove di accumulano enormi quantità di rifiuti spesso non differenziati. Dobbiamo amare il nostro pianeta, è casa nostra!

    Mi piace

    • Barbara 9 maggio 2019 / 0:07

      Sì. Porta Palazzo è un posto in cui vengono prodotti molti rifiuti “da differenziare” ma è anche luogo di grande passaggio. Il murale avrà la possibilità di comunicare il proprio messaggio a tantissime persone 🙂

      Mi piace

  3. annalisaspi 7 maggio 2019 / 9:18

    Quest’anno le balene sono testimonial dello sfacelo che stiamo attuando ai danni dei nostri mari. Anche al carnevale di Viareggio siamo rimasti pietrificati dal carro dell’enorme cetaceo completamente ricoperto di detriti. Speriamo che questo serva a sensibilizzare le nuove generazioni, E le vecchie che dovrebbero tutelarle.

    Mi piace

    • Barbara 9 maggio 2019 / 0:13

      Credo che tutti siamo ormai a conoscenza di quello che sta capitando ai nostri mari. Le immagini delle immense “isole di plastica”, delle tartarughe, dei gabbiani neri di petrolio, ecc, sono dappertutto. La speranza è che tutto questo serva a cambiare rotta!

      Mi piace

  4. Sara 8 maggio 2019 / 19:14

    E’ un progetto molto molto bello e importante, di cui non sapevo nulla! Sarebbe bello che ogni città realizzasse qualcosa del genere “a memoria” di quello che l’uomo è in grado di fare: cose bellissime, ma anche bruttissime. Sta a noi e solo a noi essere la nostra versione migliore!

    Mi piace

    • Barbara 9 maggio 2019 / 0:14

      Sì. Spero anch’io che il progetto possa essere adottato anche da altre città. In questo modo si potranno raggiungere molte più persone.

      Mi piace

  5. Virginia 8 maggio 2019 / 21:08

    Non ho ancora mai visto opere di questo street artist, ma mi ha colpito molto quella che hai descritto, probabilmente anche e soprattutto per il messaggio e il progetto che vi è dietro.

    Mi piace

    • Barbara 9 maggio 2019 / 0:18

      Sì. Il murale è di una forza sorprendente, che purtroppo la foto non restituisce che in piccola parte. Bisogna vederlo dal vivo 🙂

      Mi piace

  6. Dani 9 maggio 2019 / 12:35

    Un murale molto bello, che colpisce e fa riflettere. Un ottimo modo per catturare l’attenzione.

    Mi piace

    • Barbara 9 maggio 2019 / 23:49

      Sono d’accordissimo. Il messaggio perfetto per un murale realizzato vicino ad un grandissimo mercato!

      Mi piace

  7. valeria 10 maggio 2019 / 23:34

    E dire che non è piccolo… mi è sfuggito quando sono andata il mese scorso al mercato di Porta Palazzo. All’arte qui si unisce un messaggio molto importante per tutti noi, che viene proposto con la potenza espressiva dei colori e del disegno evocativo. Bello!

    Piace a 1 persona

    • Barbara 12 maggio 2019 / 16:50

      Hai ragione. Mi piace molto questo murale perchè racconta un messaggio importante usando “parole semplici”. Non è strano che tu non l’abbia visto perchè è visibile da Corso Regina, ma in realtà è su una traversa. Ciao.

      Mi piace

  8. Simona 11 maggio 2019 / 11:32

    Non conoscevo questo progetto ma mi ha colpito subito. Un messaggio importante che non dovremmo dimenticare mai. Peccato che non venga organizzato ds ogni città italiana e non, sarebbe dsvvero un modo per tenere sempre i riflettori puntati su questo problema!

    Piace a 1 persona

    • Barbara 12 maggio 2019 / 16:54

      Hai ragione. Questo progetto dovrebbe essere “esportato” anche in altri luoghi. Rende le città più belle mentre ricorda un tema importantissimo. Ciao.

      Mi piace

Rispondi a Barbara Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...